News

"Venezuela" di Ohad Naharin, da domani in tour italiano

Si comincia da Reggio Emilia, poi Vicenza con focus sulla danza israeliana e infine Brescia

Di Maria Luisa Buzzi 28/01/2020
"Venezuela" di Ohad Naharin, da domani in tour italiano
"Venezuela" di Ohad Naharin, da domani in tour italiano

È uno spettacolo da non perdere assolutamente Venezuela di Ohad Naharin con Batsheva Dance Company. Lo recensimmo da Tel Aviv sul n. 278 (gennaio/febbraio 2018) ma in Italia non è mai stato presentato.

Una piccola tournée che toccherà il Valli di Reggio Emilia il 29 gennaio, il Comunale di Vicenza il 31 e il Grande di Brescia il 2 febbaio permetterà al pubblico del centro-nord di assaporare questo lavoro diviso in due parti in cui la seconda riprende la prima con variazioni sul tema.

Un gioco di percezione e ricordo, del ‘familiare eppur diverso’ Venezuela, che lascia senza fiato per inventiva e potenza immaginifica dell’autore nelle danze di gruppo e nei duetti tra tango e rap, nei movimenti proveniente dalle viscere condotti su un collage musicale che attraversa il globo e i secoli. 

In occasione della data vicentina del 31 gennaio il Teatro Comunale, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Vicenza in Sala Stucchi di Palazzo Trissino, presenta un focus sulla danza e la cultura israeliane (h. 17.30, ingresso libero). Interverranno la giornalista e critico di danza del Jerusalem Post Ora Brafman, Simona Siotto, Assessore alla Cultura del Comune di Vicenza, Paolo Navarro Dina, giornalista de Il Gazzettino e consigliere della Comunità Ebraica di Venezia. Michèle Seguev, addetta culturale dell’Ambasciata d’Israele a Roma. modera Francesca Pedroni, critico di danza (Danza&Danza), autrice e regista. L’incontro si propone di far conoscere le nuove tendenze della danza contemporanea in Israele, disciplina che con la matrice vitalistica ed energica dei suoi più importanti coreografi, oltre che con la potenza evocativa delle loro creazioni (Ohad Naharin, coreografo residente della Batsheva Dance Company, Roy Assaf, Sharon Eyal e Rami Be'er tra i nomi più famosi a livello internazionale) si è affermata a livello mondiale, particolarmente negli ultimi anni, in modo forte e originale. Se da un lato ha contribuito la politica culturale del paese, che ha favorito la diffusione e la conoscenza, con scambi e incontri, sostenendo la disciplina in modo importante e organico, il focus di Vicenza, intende indagare il legame tra danza contemporanea israeliana e tradizione ebraica. 

© Riproduzione riservata

PdlPdVgagaSfera danza 2020Ledanod mentoringFattoria Vittadini
balance lisse

Vedi anche...

News

Eccoci con il nuovo numero

Dimitris Papaioannou, Francesco Gabriele Frola, Davide Bombana, Marco D’Agostin, Annamaria Ajmone, Nicola Galli e persino il sommo poeta Dante vi aspettano

30/10/2020