News

Franceschini istituisce tavolo permanente al MiC

Di Maria Luisa Buzzi 21/01/2022
Franceschini istituisce tavolo permanente al MiC
"Il tavolo verde" di Kurt Jooss

ROMA La notizia è di ieri: la nascita di un tavolo permanente del mondo della danza. E' il Ministro della Cultura Dario Franceschini a istituirlo presso la Direzione generale Spettacolo del MiC. Il compito? Approfondire le tematiche e le problematiche della danza in Italia e formulare proposte in materia.
Precisando da subito che il tavolo opererà senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, perché i componenti non percepiranno compensi né gettoni di presenza, rimborsi spese o altri emolumenti, il Ministro Franceschini spiega: "La danza è un'eccellenza della cultura italiana riconosciuta in tutto il mondo. Insieme alle fondazioni lirico-sinfoniche, come altri settori dello spettacolo dal vivo, ha sofferto in questo periodo di limitazioni ed è giusto che il Governo e le istituzioni siano vicine e lavorino al massimo per trovare delle soluzioni”.

Prendendo visione del ricco tavolo (in calce tutti i nomi dei partecipanti) una prima osservazione sorge spontanea. Il recente DM ha istituito finalmente - dopo anni di discussioni - i Centri Coreografici Nazionali e i CRID - Centri di Rilevante Interesse Danza, ma nel tavolo di discussione su problematiche e linee guida della danza nel nostro paese non vengono coinvolti. Qualcuno potrà obiettare che i suddetti Centri sono rappresentati da ADEP o AIDAP ma così il loro essere Istituzioni, oltre che compagnie di produzione, è del tutto sminuito nell'organigramma nazionale delle realtà di danza. Una seconda osservazione riguarda lo sbilanciamento del tavolo verso il balletto classico e le Fondazioni Lirico-Sinfoniche, di cui alcune coinvolte che non hanno neppure il Corpo di ballo annesso. Che sia un segnale di cambiamento di rotta? Si vorranno riaprire dei Corpi di ballo in passato chiusi? Clima di Restaurazione o novità? Lo scopriremo presto. 

 

COMPOSIZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE Dell’organismo, presieduto da Roberto Giovanardi, fanno parte: il Direttore generale Spettacolo; il Presidente dell’Associazione Nazionale Fondazioni Lirico Sinfoniche (ANFOLS- Francesco Giambrone); il Presidente dell’Accademia Nazionale di danza; un rappresentante dell’Accademia di danza del Teatro alla Scala di Milano; un rappresentante dell’Accademia di danza dell'Opera di Roma; un rappresentante dell’Accademia di danza del Teatro San Carlo di Napoli; il Presidente dell’Associazione italiana danza attività di formazione (AIDAF - Amalia Salzano); il Presidente dell’Associazione italiana danza attività di produzione (AIDAP); il Presidente dell’Associazione Danza Esercizio e Promozione (ADEP); il Presidente Associazione Italiana Teatri di Tradizione (ATIT - Luciano Messi); il Presidente di ItaliaFestival (Giuseppe Campana); il coordinatore del “Tavolo Danza” di C.Re.S.Co – Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea; il direttore del ballo del Balletto del Teatro alla Scala di Milano (Manuel Legris); il direttore del ballo del Balletto dell’Opera di Roma (Eleonora Abbagnato); il direttore del ballo del Balletto del Teatro San Carlo di Napoli (Clotilde Vayer); il direttore del ballo del Balletto del Teatro Massimo di Palermo (Davide Bombana); il Sovrintendente del Teatro Carlo Felice di Genova (Claudio Orazi); un rappresentante di NID-New Italian Dance Platform; un rappresentante del Liceo Coreutico Statale di Torino; il Presidente della Federazione nazionale danza sportiva (FIDS); Amedeo Amodio; Mauro Bigonzetti; Roberto Bolle; Vittoria Cappelli; Liliana Cosi; Donatella Ferrante.

© Riproduzione riservata

luganodanceproject2interplay2022fattoriaformazioneinteatrorida2022artementesummerlab22bmcitanod2022giudittapasta
peralada

Vedi anche...

News Login

Dunja in Orbita

La coreografa serba in prima nazionale al festival

21/05/2022