News

Ravenna festival: omaggio a Merce e molto altro

21/05/2024
Ravenna festival: omaggio a Merce e molto altro
"Beach Birds" (ph, Jean Pierre Maurin/Opera de Lyon)

RAVENNA A Ravenna Festival c'è danza per tutti i gusti. Un appuntamento da non perdere, per gli amanti della danza contemporanea, è quello con le coreografie del maestro Merce Cunningham. Il 7 giugno in esclusiva italiana il Festival ospita il Ballet de l’Opéra de Lyon con Cunningham Forever, un dittico composto dallo storico Beach Birds, su musica di John Cage e ispirato alle movenze dei gabbiani, una sorta di ritratto danzato della natura e dei volatili che Cunningham amava ritrarre anche nei suoi celebri disegni, e da uno dei lavori dell'estrema maturità del coreografo, BIPED. Qui Cunningham sperimenta le nuove tecnologie digitali e la motion capture, con il movimento dei danzatori catturato da sensori che a sua volta genera il movimento di simulacri sul fondale e nello spazio. BIPED a Ravenna sarà proposto con le musiche originali eseguite dal vivo dal loro autore Gavin Bryars, tra i maggiori compositori inglesi, con il suo ensemble. 

Il Festival prosegue con un altro appuntamento internazionale il 19 giugno: Les étoiles, il Gala di Daniele Cipriani diventato un brand per tutti gli appassionati di balletto dove il grande repertorio classico si affianca a quello di oggi. A Ravenna in scena ci saranno, tra gli altri Eleonora Abbagnato, Davide Riccardo, Alessandro Frola.

Già ammirato dal pubblico del Festival proprio con Les étoiles, il divo della danza spagnola Sergio Bernal, l'1 luglio è assoluto protagonista di SeR, una trascinante serata in prima italiana ispirata alla cultura iberica e al falmenco su coreografie originali (molte a sua firma), lungo una playlist che spazia da Beyoncé a Vivaldi, da Saint-Saëns a musiche live. 

In questi giorni sono in scena due lavori italiani. Il Progetto RIC.CI con la ricostruzione degli storici Fragili film / Solo agli specchi di Marianna Troise (21 maggio), e il ravennate gruppo nanou con redrum fino al 26 maggio.

Chiudono il programma danza le sempre affascinanti MicroDanze di Aterballetto il 3 e 4 luglio al Museo CLASSIS e l'imperdibile apputamento al Teatro Rasi, con la novità Un amico (3 luglio) firmata da Virgilio Sieni per quattro danzatori della sua compagnia e il violoncellista Mario Brunello in ricordo di Ezio Bosso.  Un’amicizia profonda e combattuta quella tra Ezio Bosso e Mario Brunello, che il violoncellista torna oggi a ricordare intersecando la Sonata Roots, che Ezio gli dedicò con le coreografie di Sieni. "Un legame il loro - spiega Sieni - che restituisce il senso dell’amore, talmente potente da far pensare al corpo come luce. Allora la danza diviene gesto estremo, forma d’amore che si crea dal sentirsi in vita […], duetti, quartetti, assoli si tramandano la qualità tattile di uno spazio pensato come un vortice che nascendo ogni volta dai dettagli del movimento si unisce al tutto e viceversa". 

"Quella di Ezio - commenta Brunello - è una musica pura, onesta, costruita con poche note, ma con un potenziale espressivo nascosto, una carica esplosiva incontenibile, che anche un semplice fiore a pochi petali può avere".

www.ravennafestival.org

 

© Riproduzione riservata

civitanovadanza2024inteatro-2024societascbsf-itagiacimenti2024nod-2024lostmovementbiennalefestival2024opus-2024
nod-2024-ita

Vedi anche...