Floorwings
Floorwings
News

Nutrire di bellezza lo sguardo

Dal 27 marzo la rassegna curata da Sosta Palmizi

21/03/2021
Nutrire di bellezza lo sguardo
"Regenland" (ph.Luigi De Frenza)

AREZZO Nonostante le difficoltà del periodo l’associazione Sosta Palmizi annuncia la ripresa della programmazione delle due rassegne sospese, Invito di Sosta e Altre Danze, all’interno del progetto Nutrire di bellezza lo sguardo. Tra marzo e maggio una serie di interessanti appuntamenti da fruire in streaming e live si spera da aprile per grandi e piccini. Lo spettatore sarà immerso nelle dimensioni del gioco fantastico, del potere, del sogno, della morte, del buio come culla della luce e dell’altro da sé.

Si parte il 27 marzo (h.21 sulla piattaforma www.ilsonar.it, biglietto € 5) con il debutto nazionale dell’assolo della coreografa Elisabetta Lauro, Regenland - Elogio del buio, sostenuto e coprodotto da Sosta Palmizi. Una danza sulla sovraesposizione alla luce fisica e metaforica. Un rito di esfoliazione che rivela l'invisibile addentrandosi in profondità nelle crepe dell’essere, nel punto più buio, dove sorge la luce.

L'11 aprile va in scena al Teatro Comunale di Castiglion Fiorentino il duetto creato e interpretato da Zoè Bernabéu e Lorenzo Covello, Un po’ di più, vincitore del premio “Spirito Fringe” al Roma Fringe Festival 2019, un lavoro fortemente teatrale che esprime una ricerca continua di armonia, nell’incontro quotidiano con l’altro. Al centro del palco troviamo un tavolo in equilibrio su un solo asse e Il suo oscillare continuo simboleggia le incertezze e le fragilità affrontate nel tema.

Per il pubblico più giovane, dai 10 anni in su, domenica 18 aprile viene presentato Blackout – nel meraviglioso mondo di Uoz (app), dell'Allegra Brigata Cinematica, la storia di Sonar e Pixel travolti dalla tecnologia e dall'isolamento che questa comporta che gli autori spingono verso la riscoperta del corpo. 

Segue con Oriri di Paolo Rosini/ Bambula Project (23 aprile h. 19, Teatro Aretino, Arezzo). Il titolo, il cui termine latino significa “sorgere”, rimanda a quel momento che definisce la partecipazione dell’individuo all’esistenza, in un continuo processo che plasma nuove forme dell’umano, attraverso percezioni ed esperienze.

Chiude il 9 maggio (h. 19 dal Teatro Comunale di Castiglion Fiorentino) la coppia Ginevra Panzetti/Enrico Ticconi, vincitrice del nostro Premio D&D 2019 tra le promesse della scena nazionale, con Harleking, duetto di successo nel quale rileggono la figura di Arlecchino con riferimenti alla storia dell’arte: bizzarre evoluzioni di movimento con annessa riflessione sulla tragicità dell’esistenza umana.

www.sostapalmizi.it

 

© Riproduzione riservata

tanzbiennale-2021pimoff-citofonare-pimoffDance-gallery-call-homeartevenridaArtemente audizioninexo plusbdf-2021
nexoplus-2

Vedi anche...