News

Dittico Millepied con il Balletto del Teatro dell’Opera a Equilibrio

02/02/2024
Dittico Millepied con il Balletto del Teatro dell’Opera a Equilibrio
Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma con la Direttrice Eleonora Abbagnato (ph. Yasuko Kageyama)

ROMA Benjamin Millepied coreografo profondamente musicale, cresciuto nel solco di George Balanchine al New York City Ballet, già direttore del Ballet de l'Opéra de Paris, torna a presentare una sua serata con il Corpo di Ballo del Teatro dell'Opera di Roma diretto da Eleonora Abbagnato. Musiche di Philipp Glass per un dittico che va in scena all'Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone nell'ambito di una collaborazione con il Festival Equilibrio diretto da Emanuele Masi. Appuntamento il 9, 10, 11 febbraio.

Di Benjamin Millepied, oggi nome di punta del panorama internazionale con coreografie commissionate e interpretate dalle più prestigiose compagnie del mondo, verranno presentati due diversi lavori. Closer, arioso duetto dall’impianto classico e dalla forte sensibilità moderna, sedici minuti in cui un uomo e una donna sviscerano il loro voluttuoso legame. Creato nel 2006 sulla partitura pianistica ondulante e lirica Mad Rush di Glass, il passo a due oscilla tra fluidità e malinconia.

Il secondo brano è il corale On the other side, terzo capitolo della trilogia Gems,  una rivisitazione di Jewels di Balanchine nata grazie al sostegno della Maison di alta Gioielleria Van Cleef & Arpels a partire dal 2012. On the other side è la terza e ultima parte della trilogia di Millepied e si ispira -contrariamente alla struttura di Balanchine - a Emeralds. Nata nel 2016, la coreografia viene presentata in prima italiana in una nuova versione modellata sugli interpreti del Corpo di Ballo del Teatro dell'Opera di Roma. La musica - una suite di études per pianoforte di Philip Glass - e i costumi realizzati in eleganti velluti dai toni gioiello dello stilista Alessandro Sartori. La scenografia è dell'artista di Los Angeles Mark Bradford. Gli otto danzatori del pezzo si muovono con naturalezza tra danza d'insieme, pas de deux, assoli e gruppi di tre o quattro, sostenendo l'alto lirismo e lo slancio emotivo di Millepied fino alla conclusione pensosa del balletto. 

© Riproduzione riservata

civitanovadanza2024inteatro-2024societascbsf-itagiacimenti2024nod-2024lostmovementbiennalefestival2024opus-2024
operaroma-5

Vedi anche...