News

Incroci di danza e musica a Ruvo di Puglia

Talos Festival dal 31 agosto all’8 settembre

Di Carmelo A. Zapparrata 19/08/2019
 Incroci di danza e musica a Ruvo di Puglia
Incroci di danza e musica a Ruvo di Puglia

RUVO DI PUGLIA. Esplorare i legami tra musica e danza, arti sorelle unite ancora oggi dopo millenni di percorsi congiunti. È Talos Festival in programma dal 31 agosto al 8 settembre tra spettacoli e performance con musica rigorosamente dal vivo.

La rassegna diretta dal trombettista Pino Minafra e dal pianista Livio Minafra anche per quest'edizione conferma la presenza della sezione danza, avviata a partire dal 2017 e affidata alla curatela di Giulio De Leo/Compagnia Menhir.

Ospite principale di quest'anno è Virgilio Sieni che alla Pinacoteca Comunale d'Arte Contemporanea “Domenico Cantatore” sarà accompagnato dalla chitarra di Roberto Cecchetto per lo spettacolo Di fronte agli occhi degli altri. Le percussioni di Gunther “Baby” Sommer e il pianoforte di Fabrizio Puglisi si metteranno poi in dialogo con l'estro di Giulia Mureddu in Intermittenze, esito dell'atelier coreografico per professionisti condotto in loco.

Inoltre, ogni mattina gli stessi partecipanti dell'atelier saranno protagonisti di Arcipelago, viaggio danzato nel repertorio musicale delle kermesse, dalla fondazione del 1993 sino allo scorsa edizione del 2018.

Curato da Trafik Theatre Company in collaborazione con Compagnia Menhir e sistema Garibaldi, il progetto Artivision+ offrirà diversi spettacoli in un'intera giornata (5 settembre), dalla mattina sino a tarda sera. Si parte dal workshop In between the stars presso la Pineta per poi passare al Chiostro della Chiesa di San Michele Arcangelo e assistere a Love, the only possible truth, performance giocata sui movimenti di Jasmina Prolič e la voce di Tamara Obrovac.

La Pinacoteca farà da palcoscenico a GENESI_indagine prima, nuova creazione firmata da Giulio De Leo come duetto per i danzatori Erika Guastamacchia e Antonio Savoia, il cui dialogo in movimento verrà accompagnata dalle percussioni di Pino Basile e dal sax di Giuseppe D’Oronzo.

La fisarmonica di Eugenia Cherkazova e il pianoforte di Livio Minafra faranno da sfondo a Migrazioni, coreografia firmata dallo stesso De Leo per gli utenti e gli operatori della comunità dell'Albero dei Desideri. Infine, per completare il quadro spazio nelle piazze cittadine ad Adagio en plein air sulle musiche di Giuliano Di Cesare e Giocoso en plein air su quelle di Tommaso Scarimbolo.

 Erika Guastamacchia e Antono Savoia in Genesi indagine prima di Giulio De Leo

© Riproduzione riservata

PdlFattoria Vittadini TWRzakharova ravennaPdVmdcLedaFattoria Vittadini
balance lisse

Vedi anche...