Floorwings
Floorwings
News

Hamburg Ballet. Ritorno a Beethoven

La nuova creazione di Neumeier è annunciata per tutto l’ensemble. Debutto a dicembre

Di Silvia Poletti 26/10/2020
Hamburg Ballet. Ritorno a Beethoven
In prova Aleix Martinez, Yaiza Coll e Jacopo Bellussi (ph. Kiran West)

AMBURGO L’Hamburg Ballet continua a produrre. Pur rivedendo i piani originari della stagione 2020/21 John Neumeier ha deciso di contrapporsi 'creativamente' al virus e ai suoi obblighi e già in estate ha realizzato Ghost Light, lavoro per tutta la compagnia utilizzata con le restrizioni dettate dalla situazione: un lavoro simbolico di grande successo (sul prossimo numero n. 295 Novembre/Dicembre di Danza&Danza e Danza&Danza International report di Maggie Foyer).

Ora, per il 6 dicembre, nella tradizionale apertura di stagione Neumeier firmerà una nuova creazione per tutta la compagnia. Non la Nona Sinfonia di Beethoven, precedentemente annunciata, ma un Beethoven Project II in cui il coreografo americano continua la sua indagine creativa dedicata alle varie forme musicali di questo compositore.

Per l’occasione sul podio della Filarmonica di Amburgo Kent Nagano; solisti sono Klaus Florian Vogt (tenore), Mari Kodama (pianoforte) e Anton Barakhovsky (violino). I costumi dello stilista Albert Kriemler di AKRIS.

Annunciato a febbraio invece il nuovo Hamlet, nel quale Neumeier si propone  di fare una sintesi della ricerca sul personaggio da lui ripetutamente svolta per molto tempo. Questa produzione su musica di Michael Tippett, ispirata da Shakespeare e Saxo Grammaticus (la fonte originaria del mito) è infatti la quarta dedicata da Neumeier al principe di Danimarca (la prima, Hamlet Connotations per Baryshnikov, Eric Bruhn, Marcia Haydée e Gelsey Kirkland all’ABT è del 1976, le altre intitolate Amleth e poi Hamlet del 1985 e 1997).

© Riproduzione riservata

LedaPdVgaganod mentoringFattoria Vittadini
balance lisse

Vedi anche...