News

ArtFest, si comincia a Matera domani

28/07/2023
ArtFest, si comincia a Matera domani
Elegia delle cose perdute di Stefano-Mazzotta

VENOSA Prende il via domani la Vi edizione di Artfest, il Festival delle arti coreutiche di Venosa con appuntamenti in altri centri della Basilicata, con la direzione artistica di Carmen Vella e Michele Merola. Primo appuntamento a Matera con “Elegia delle cose perdute - Zerogrammi” sulla splendida terrazza di Palazzo Lanfranchi, con inizio alle ore 19, riscrittura in danza del romanzo “I Poveri” dello scrittore e storico portoghese Raul Brandao. Il paesaggio evocato da questo riferimento letterario, in bilico tra crudo, aspro, onirico e illusorio, ha la forma della nostalgia, della tedesca sehnsucht, della memoria come materia che determina la traccia delle nostre radici e identità e, al contempo, la separazione da esse e il sentimento di esilio morale che ne scaturisce.

"Il progetto - spiega la codirettrice artistica Carmen Vella - si spinge all’indagine del tema dell’esilio, della condizione morale di chi si sente estraneo al mondo in cui vive, sospeso tra speranza e nostalgia, creando un richiamo simbolico alla Lucania di Carlo Levi con il suo contenuto di umanità, di dolore antico, di lavoro paziente, di coraggio di esistere".

L'edizione 2023 del festival ospita dieci compagnie, diciotto spettacoli e performance, due residenze artistiche, due giorni di esperienze di videodanza e percorsi di installazioni VR 360°, conferenze, seminari e due audizioni straordinarie. Una manifestazione organizzata dall'associazione culturale Etra, riconosciuta e sostenuta dal ministero della Cultura, dalla Regione Basilicata, dai Comuni di Melfi e Venosa.

Gli eventi sono organizzati in collaborazione con la Direzione regionale dei Musei di Basilicata ed il Museo nazionale di Matera, i cui spazi accolgono gli eventi del Festival. "Si rinnova anche quest’anno la collaborazione con il festival delle arti coreutiche 'Artfest' – spiega la direttrice del Museo nazionale di Matera e direzione regionale Musei Basilicata, Annamaria Mauro - una sinergia che consente, mediante una programmazione triennale, di valorizzare i luoghi della cultura statali della Basilicata attraverso il linguaggio universale della danza”. In occasione dell'inaugurazione del festival il pubblico avrà la possibilità di visitare il museo dalle ore 20 alle 23 grazie all’apertura serale straordinaria di valorizzazione, “con la duplice opportunità di approfondire le collezioni esposte e le mostre in corso e partecipare ad uno spettacolo di danza" conclude Mauro.

© Riproduzione riservata

civitanovadanza2024inteatro-2024societascbsf-itagiacimenti2024nod-2024lostmovementbiennalefestival2024opus-2024
nod-2024-ita

Vedi anche...