News

"And then we danced": il film

Le danze eroiche dei guerrieri georgiani e molto di più

Di Sergio Trombetta 20/10/2020
"And then we danced": il film
"An then we danced"

TORINO Se vi appassionano le danze eroiche dei guerrieri georgiani dovete vedere And Than we Danced. Perché vi dice se non tutto molto sulla danza folklorica georgiana, perché ci guida fra le case in legno della vecchia e povera Tbilisi, perché ci racconta una storia di competizione fra due danzatori che si trasforma in una storia d’amore.

Firmato dal regista svedese di origine georgiana Levan Akin, presentato al Festival di Cannes del 2019, distribuito in Francia, in Italia non è ancora arrivato e con la situazione Covid ci sarà da aspettare. Ma lo si può comunque vedere domenica 25 ottobre al Lovers Film Festival di Torino: alle 18, al cinema Massimo.

Per entrare nel Balletto Nazionale Georgiano occorrono anni di formazione nelle scuole di danza. La donna deve essere tenera e verginale, l’uomo eroico e guerriero: movimenti decisi, rapidi, acrobatici (le famose danze guerriere sulle punte).

È in una di queste scuole che si allena Merab mentre per mantenersi fa il cameriere e vive con la madre e il fratello fannullone.  Tutto fila liscio sino a quando in classe arriva Irakli. Affascinante allievo che entra in competizione con Merab. Chi passerà la audizione per entrare nel Balletto Nazionale? I ragazzi si allenano e nel tempo libero vanno in gita: lì scocca la scintilla fra i due. Merab prende coscienza di sé e all’audizione risponde ai rimproveri del maestro di non essere abbastanza virile con movimenti sempre più suoi, morbidi, aggraziati. Non entrerà nel Balletto ma vivrà con consapevolezza la sua vita.

www.loversff.com

© Riproduzione riservata

biennale-lione-2021impulstanz2021royalballetschoolantwerp-adsearch2021artemente-summerlabravennafestival-2021civitanovadanza2021
nexoplus-2

Vedi anche...