News

Addio a Luciana Novaro

Fu direttrice del Corpo di Ballo della Scala

27/05/2021
Addio a Luciana Novaro
1953 Luciana Novaro ne "La sagra della primavera" (ph Erio Piccagliani/Teatro alla Scala)

Si è spenta a Milano, all’età di 98 anni, Luciana Novaro. Nata a Genova nel marzo del 1923, allieva di Ettorina Mazzucchelli e Paola Giussani alla Scuola di Ballo della Scala, diventò Prima ballerina del teatro nel 1946. Qui si metteva in luce per la personalità teatrale, l’indiscussa bellezza e carisma scenico nel Bolero di Ravel per la coreografia di Aurél Milloss, evidenziando una delle qualità che l’avrebbero resa famosa: la danza di ‘carattere’, specie spagnola della quale fu notevole interprete.

Danzatrice per Massine, Milloss, Margherita Wallmann, in titoli come La Sagra della Primavera, Il cappello a tre punte e L’amore stregone iniziò presto a occuparsi lei stessa di coreografia e regia operistica, firmando allestimenti di grande successo per l’Arena di Verona, la Fenice di Venezia e la stessa Scala.

Del Corpo di ballo del Teatro milanese fu anche direttrice dal 1962 al 1964; in seguito ha diretto anche il Corpo di Ballo dell’Arena di Verona. Vale anche ricordare che la coreografa fu pure una pioniera della danza in televisione: curò molti speciali e riprese televisive, tra cui Scarpette Rosa, lo show sulla vita di Carla Fracci, che proprio Luciana aveva messo in evidenza alla Scala facendole interpretare il suo Sebastian su musiche di Giancarlo Menotti.

 

© Riproduzione riservata

biennale-lione-20212021-nod-summer-programroyalballetschoolantwerp-adsearch2021artemente-summerlabravennafestival-2021civitanovadanza2021
nexoplus-2

Vedi anche...