News

RING: quattro Festival uniti per la danza contemporanea italiana

Una rete di sostegno

06/06/2021
RING: quattro Festival uniti per la danza contemporanea italiana
Michele Di Stefano (ph. Andrea Macchia)

Durante la pandemia e in considerazione delle difficoltà che hanno caratterizzato in particolare il settore della produzione della danza italiana, i Direttori di quattro importanti festival di danza italiani si sono interrogati su come aiutare e sostenere un settore reso ancora più fragile da questo periodo.

Da questa esigenza, per iniziativa di Festival Aperto / Fondazione I Teatri Reggio Emilia,  Bolzano Danza / Fondazione Haydn, FOG Triennale Milano Performing Arts, Torinodanza Festival / Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale, nasce RING, una rete che si propone di sostenere ogni anno la produzione di un artista e della sua compagnia e di inserirla nella programmazione di ciascuno dei quattro Festival. Partner associato del progetto la Lavanderia a Vapore, centro di residenza per la danza a Collegno (To), gestita dalla Fondazione Piemonte dal Vivo.

"Se qualcosa abbiamo imparato nel fatidico 2020 - spiegano i quattro direttori Anna Cremonini, Paolo Cantù, Emanuele Masi, Umberto Angelini  - è proprio la necessità di creare collaborazioni tra diverse istituzioni per agevolare i processi creativi, favorire non solo la sopravvivenza, ma la crescita delle nostre compagnie, accompagnare artisti e pubblico verso una diversa consapevolezza dello spettacolo di danza".

Lo scopo principale della rete è quello di sostenere quegli artisti che si trovano nella maturità della loro carriera per consentire loro di rafforzare la propria capacità produttiva in modo da affrontare con maggiore solidità un mercato più ampio, nazionale e internazionale. In quest’ottica verranno coinvolti alcuni “osservatori” internazionali che abbiano la possibilità di seguire con attenzione particolare i progetti sostenuti dalla rete.
In particolare, il sostegno va alla realizzazione di lavori di ampio formato o che permettono agli artisti di attivare collaborazioni artistiche inedite, ai di fuori dei loro orizzonti abituali.

Ciascun Festival oltre a dare un supporto economico in forma di coproduzione, offrirà un percorso di residenza creativa e programmerà nella propria manifestazione una o più repliche dello spettacolo scelto.

Gli artisti selezionati per il progetto dal 2021 al 2024 sono Michele Di Stefano, Teodora Castellucci e Alessandro Sciarroni.

Michele Di Stefano con la sua compagnia mk, in collaborazione Lorenzo Bianchi Hoesch e con il cantante americano di origine irachena Amir ElSaffar presenterà nel 2021 in prima nazionale al Festival Aperto di Reggio Emilia, e successivamente a Torinodanza, la nuova produzione Maqam (titolo provvisorio). Lo spettacolo arriverà a Bolzano Danza e a FOG-Milano nel 2022.

© Riproduzione riservata

biennale-lione-2021impulstanz2021royalballetschoolantwerp-adsearch2021artemente-summerlabravennafestival-2021civitanovadanza2021
nexoplus-2

Vedi anche...