News

Clotilde Vayer alla direzione del Ballo a Napoli

Succede a Giuseppe Picone da aprile 2021

Di Carmelo A. Zapparrata 31/10/2020
Clotilde Vayer alla direzione del Ballo a Napoli
Clotilde Vayer (ph. Isabelle Aubert)

NAPOLI È Clotilde Vayer la nuova direttrice del Corpo di ballo del Teatro di San Carlo. Annunciata dalla stessa fondazione lirica napoletana, Vayer, attuale maître de ballet associée à la direction de la danse presso il Ballet de l'Opéra di Parigi, prenderà le redini del Corpo di ballo ad aprile 2021, succedendo a Giuseppe Picone.

All'ombra del Vesuvio si cambiano, quindi, i vertici sotto l'egida di Stéphane Lissner, in precedenza lui stesso a capo proprio dell'Opéra de Paris e insediatosi come sovrintendente e direttore artistico al San Carlo durante il lockdown della scorsa primavera. Concordato con la nuova sovrintendenza il termine della propria collaborazione, il direttore uscente Giuseppe Picone ha dichiarato nei giorni scorsi: “La mia meravigliosa esperienza in qualità di direttore del Corpo di ballo terminerà il 31 marzo 2021. Ho imparato tanto da questo percorso e le responsabilità prese durante cinque anni mi hanno fatto maturare sotto il profilo umano e artistico. Insieme ai tersicorei e a tutte le maestranze, che ringrazio immensamente, siamo stati in grado di portare in alto il livello della compagnia con enormi soddisfazioni. Sono grato al nostro strepitoso Teatro di San Carlo che mi ha dato tanto sia da allievo della Scuola di Ballo, poi da étoile ospite e successivamente come coreografo e direttore”.

Sospese le rappresentazioni di novembre de Le Quattro Stagioni in ottemperanza al Dpcm del 24 ottobre, il Balletto del San Carlo è atteso in scena, Covid permettendo, dal 23 dicembre al 3 gennaio, nello Schiaccianoci coreografato proprio da Picone.

Con Stéphane Fournial a dirigere dal 2015 la Scuola di Ballo del San Carlo, il profilo della nuova direttrice di compagnia legherà ancor di più la danza del teatro partenopeo alla Francia. Classe 1961, Clotilde Vayer si forma all'Ecole de danse de l'Opéra de Paris entrando poi a soli quindici anni nell'ensemble della Maison. Distintasi al Varna International Ballet Competition nel 1978, è poi nominata da Rudolf Nureyev Première danseuse nel 1986, danzando così i principali ruoli del repertorio classico e contemporaneo. Divenuta nel 1999 maître de ballet, è scelta nel 2014 da Benjamin Millepied per essere associata alla direzione, mantenendo tutt'oggi con l'attuale direttrice Aurélie Dupont il proprio ruolo di “primo maître della Maison”.

Il mondo del balletto italiano parla, con questa nomina, sempre più francese. Dopo l'étoile ‘parigina’ Eleonora Abbagnato all'Opera di Roma e l'arrivo di Manuel Legris al Teatro alla Scala, Clotilde Vayer tinge di sfumature transalpine un altro Corpo di ballo della penisola. Diverso discorso, invece, per la compagnia del Teatro Massimo di Palermo diretta da Davide Bombana, con cui parliamo su D&D n.295 (novembre/dicembre) in edicola.

© Riproduzione riservata

prixdelausanne2021#1torinodanza2021ave-monstrumlegambienteArtemente-Nelkensferadanza2021
moveon-1

Vedi anche...