News

Pablo Girolami dirige un festival nel suo Friuli

Di Elisabetta Ceron 09/03/2024
Pablo Girolami dirige un festival nel suo Friuli
(ph. Caramelli)

FAGAGNA (UD) Si chiama Fagagna Dance Festival la nuova avventura di Pablo Girolami, direttore artistico, coreografo e danzatore che ha fondato nel 2019, sempre a Fagagna, Ivona, compagnia di danza contemporanea e associazione culturale che promuove questa disciplina come ricerca artistica ed espressiva non solo limitata all’esibizione in scena ma coinvolgente il territorio e la comunità.

Il 10 marzo, infatti, la danza contemporanea entrerà nei luoghi più iconici della cittadina attraverso spettacoli e laboratori, in spazi tradizionali come il Teatro Sala Vittoria, ma anche in luoghi “altri” come Palazzo Pico, Museo Cjase Cocèl, Casaforte La Brunelde.

Confrontare mondi e modi differenti di lavorare e comunicare attraverso la danza e le sue tante forme, è l’obiettivo che vede nel festival un contenitore inclusivo, rivolto ad artisti promettenti e affermati, consentendo loro di condividere le loro creazioni e di esplorare opportunità innovative di espressione corporea.

“Il programma del festival - spiega Girolami - è stato concepito con un approccio incentrato sulla diversificazione della danza contemporanea, un'arte che abbraccia un ampio spettro di stili e pratiche, e con l’obiettivo di creare un ponte tra artisti locali, nazionali e internazionali.”

L’evento diviso in 2 momenti (la conclusione il 12, 13 e 14 luglio), si apre domenica 10 marzo, alle 14.00, con un laboratorio rivolto a danzatori amatoriali e professionisti dai 14 anni in su per scoprire il linguaggio unico di Roni Chadash, coreografa, performer e insegnante con esperienza internazionale.

Segue alle 17, Fu stella, l’assolo ispirato all'omonimo libro di filastrocche di Matteo Corradini in cui la coreografa Alice Beatrice Carrino, coadiuvata da Matteo Bittante, si addentra, con una performance di forte impatto emotivo, in temi come l'assenza, la memoria e il vuoto lasciato da coloro che non sono più con noi.  Chiude alle 20.30 in Teatro Sala Vittoria la trilogia: Goofy di e con Roni Chadash, la coreografia pluripremiata T.R.I.P.O.F.O.B.I.A. firmata Ivona e Brothers del Collettivo monfalconese TheLab, selezionato attraverso un apposito bando regionale.

Goofy è un assolo sul tema dell’innocenza e della trasformazione del corpo costruito con un intricato registro di danza, cinetica e fisica; T.R.I.P.O.F.O.B.I.A. indaga la paura dei buchi e di tutte quelle piccole figure geometriche che avvicinandosi creano ammassi di piccole cavità: ansia, angoscia, paura di perdere il controllo sul mondo, sul nostro corpo, sull'altro.

Infine, Brothers mette in scena il ciclo evolutivo che ogni essere sperimenta, caratterizzato da un climax ascendente, dalla genesi all’incontro con le proprie sembianze e con gli altri, spinti dal bisogno innato di creare legami di fratellanza e sorellanza, non necessariamente di sangue.

© Riproduzione riservata

ldp-2024inteatro-2024rami-2024cbsf-itajoffrey-2024nod-2024lostmovementopus-2024
ldp-24

Vedi anche...