Floorwings
Floorwings
News

Danza contemporanea istruzioni per l’uso

Sei percorsi esplorativi con i critici della nostra testata

14/01/2021
Danza contemporanea istruzioni per l’uso
Martha Graham "Letter to the World" 1940

Da domani sono aperte le iscrizioni per partecipare gratuitamente a Danza contemporanea istruzioni per l’uso: sei percorsi esplorativi in compagnia dei critici di Danza&Danza, un progetto speciale della nostra testata con TEATRI NELLA RETE di ATER Fondazione dedicato alla danza e ai suoi protagonisti di ieri e di oggi.

Sei incontri sulla storia della danza moderna e contemporanea con contributi video speciali fissati il giovedi alle h. 18 dal 28 gennaio al 4 marzo condotti da Maria Luisa Buzzi, Francesca Pedroni, Silvia Poletti e Carmelo Zapparrata.

È inoltre previsto un 'aperitivo' alle lezioni dal titolo "Signor spettatore: domande lecite sulla danza contemporanea", un talk aperto a tutti con la partecipazione straordinaria di Angela Finocchiaro, Antonella Bertoni, Michele Abbondanza e il nostro direttore.

La partecipazione ai webinar "Danza contemporanea istruzioni per l'uso" è gratuita previa iscrizione sulla piattaforma www.teatrinellarete.it  Iscrizioni da venerdì 15 gennaio 2021, POSTI LIMITATI.

 

CALENDARIO DELLE LEZIONI

Giovedì 28 gennaio 2021 ore 18
Silvia Poletti

Le grandi madri della Modern Dance. Pioniere libere e ribelli.

Femminile, plurale. Così si potrebbe definire la danza degli inizi del Novecento, come risposta alla tradizione secolare del balletto e alle tensioni di una società che sta cambiando. È il caso di alcune danzatrici, tra Europa e Stati Uniti, che incarnano questo nuovo sentire ed elaborano un personale linguaggio di danza, sono: Isadora Duncan, Ruth Saint Denis e soprattutto Martha Graham e Doris Humphrey.

Giovedì 4 febbraio 2021 ore 18
Maria Luisa Buzzi

La postmodern dance
Merce Cunningham, Trisha Brown, Steve Paxton: nuovi spazi, danze e intrecci di arti

A partire dagli anni ’50, negli Stati Uniti, anche la danza si fa portavoce della profonda rivoluzione culturale e sociale del tempo: il rigetto del passato si traduce nell’abbandono della narrazione e della spettacolarità nell’opera. Con Merce Cunningham e John Cage il caso fa la sua apparizione nel processo compositivo e il rapporto tra danza e musica cambia radicalmente.

Giovedì 11 febbraio 2021 ore 18
Francesca Pedroni

Da Alwin Nikolais a Carolyn Carlson: teatro delle forme, atletismo, poesia visiva

Un mago del colore, della trasformazione del corpo, artefice di una scena caleidoscopica e di un originale atletismo: è Alwin Nikolais, coreografo, pedagogo e musicista, maestro nella New York di metà Novecento. A partire dal suo universo entriamo nel mondo poetico della sua più grande danzatrice: Carolyn Carlson, coreografa con cui riscoprire in Europa il rapporto simbiotico tra uomo e natura.

Giovedì 18 febbraio 2021 ore 18
Maria Luisa Buzzi

Il Tanztheater di Pina Bausch. Nascita e scia nella danza di oggi

Parlare senza eroismo della condizione umana, della sua dimensione tragica e banale, dei conflitti tra i sessi, delle debolezze attraverso il corpo, la voce, la parola. La parabola artistica del Tanztheater Wuppertal a partire dall’esperienza creativa di Pina Bausch. Ma anche della sua influenza su coreografi quali Alain Platel, Maguy Marin, Constanza Macras, Sasha Waltz o l’italiana Michela Lucenti.

Giovedì 25 febbraio 2021 ore 18
Francesca Pedroni

Danza contemporanea italiana. Quali esperienze e correnti?

Un viaggio alla scoperta della nostra danza, che inizia più o meno quarant'anni fa con l'intuizione di artisti paladini di un nuovo fenomeno: "la danza d'autore italiana". Individualità di segno, formazione tra estero e Italia, intrecci con l'avanguardia teatrale: Virgilio Sieni, Enzo Cosimi, il collettivo Sosta Palmizi e molti altri. Da allora sono nate compagnie, Centri nazionali di Produzione della Danza e autori anche giovanissimi.

Giovedì 4 marzo 2021 ore 18
Carmelo A. Zapparrata

Hip hop: dalla strada alla conquista del palcoscenico

Dal ghetto americano ai teatri europei, da figli della strada a virtuosi da palcoscenico del terzo millennio. L’ hip hop è un movimento culturale complesso diffusosi a livello planetario. Dal rapporto giocoso con suolo - gli affascinanti groundwork - alla capacità di congelare il tempo nei freeze, l'instancabile ricerca dei B-boys ha sedotto coreografi del calibro di William Forsythe. È questo il lungo salto compiuto dall’hip hop.

 

 

 

© Riproduzione riservata

TrinityArtementeGaga2Mosaico Interplay Stilldigital

Vedi anche...