News

Jean-Christophe Maillot a sostegno dell’Ucraina

Di Maria Luisa Buzzi 18/03/2022
Jean-Christophe Maillot a sostegno dell’Ucraina
Jean-Christophe Maillot

MONTE-CARLO Non sono certamente i primi a mobilitarsi a sostegno dell'Ucraina in questa difficile situazione internazionale in cui anche la cutura e l'arte del balletto soffrono. Ma certo è che la presa di posizione di Jean-Christophe Maillot e dei suoi Ballets de Monte-Carlo è forte e decisa tanto più che il Principato ha da sempre una relazione privilegiata con la Russia - per turismo e affari -  e con il Balletto del Bolshoi.

Quattro le azioni annunciate oggi da Jean-Christophe Maillot: la prima, la sospensione  ufficiale dei diritti di presentazione al Teatro Bolshoi del suo balletto "La Mégère apprivoisée", lavoro creato proprio per la compagnia moscovita nel 2014 scelta dettata dal "suo rifiuto di sostenere la guerra attraverso la presentazione di un suo lavoro in seno all'istituzione artistica e politica qual è il Teatro Bolshoi". Con lui anche tutta l'equipe artistica della creazione si associa al sostegno di questa posizione. Maillot nel suo messaggio precisa: "Indipendentemente da questa decisione, ci tengo a manifestare il mio profondo legame con il personale e in particolare con gli artisti e i coreografi del Teatro Bolshoi di Mosca con i quali ho avuto il piacere di lavorare in questi ultimi sette anni e anche il mio profondo rispetto verso coloro che hanno preso posizione contro la guerra in Ucraina. Il loro coraggio è grandissimo perché la loro di libertà di parola è molto lontana da quella di cui noi godiamo. Penso a tutte le donne e gli uomini che ogni giorno manifestano mettendo a repentaglio la loro libertà e la loro vita. E cosa dire del popolo ucraino che resiste con forza e coraggio? Loro sono un lezione per noi tutti che viviamo in democrazia, possiamo espirimere senza rischi la nostra solidarietà e il nostro disgusto per questa guerra.
Possiamo rimpiangere che l'arte sia ostaggio della politica, ma l'arte è politica!".

La seconda azione è un aiuto materiale con l'invio di prodotti di sostegno all'infanzia (culle, medicinali, prodotti per l'giene) inviati al confine ucraino tramite l'associaizone Aide Humanitaire des Sapeurs-Pompiers de Grasse-Menton e raccolti dagli stessi danzatori della compagnia.

La terza è l'accoglienza: un ballerino ucraino di 15 anni fuggito dal paese è stato accolto dai Ballets de Monte-Carlo mentre tre giovanissimi allievi ucraini sono stati integrati dall'Académie Princesse Grace. 

La quarta iniziativa è un aiuto finanziario con la devoluzione dell'incasso intero alla Croce Rossa per l'Ucraina dello spettacolo OEil pour oeil che andrà in scena al Grimaldi Forum di Monte-Carlo il 28 aprile.

 

© Riproduzione riservata

piemontedalvivo2022LAC2022ttstage2023dancecard2022
koreutica22it

Vedi anche...