Floorwings
Floorwings
News

Al Teatro Contatto è di scena la danza contemporanea

Di Elisabetta Ceron 14/12/2018
Al Teatro Contatto è di scena la danza contemporanea
Al Teatro Contatto è di scena la danza contemporanea

UDINE La danza contemporanea torna protagonista a Teatro Contatto, la Stagione di nuovo teatro del CSS - Teatro stabile di innovazione del FVG, giunta alla 37edizione. Le proposte di quest’anno intendono mettere in luce alcuni dei migliori artisti italiani appartenenti a tre diverse generazioni “in direzione di una multidisciplinarietà – sottolinea Fabrizia Maggi del CSS - dei linguaggi artistici. Da sempre a nostra vocazione ci spinge a intercettare il nuovo e a prendere parte ai processi di cambiamento e trasformazione nella cultura e nelle arti, in particolare quelle performative".

Apre il 15 dicembre l´emergente Francesco Collavino, danzatore, coreografo, visual artist, che con la performance Catastrofedebutta in prima nazionale al Palamostre, dopo essere stata presentata in prima europea al Festival Frammenti di Parigi, un´occasione generativa che mette in relazione il concetto di perdita e quello di creazione. La ricerca del perfomer, sviluppata in Residenza per Dialoghia Villa Manin di Passariano (Udine), riflette sulla stretta relazione fra i due, capace di dare origine ad una reinterpretazione degli aspetti tragici del cambiamento come qualcosa di utile al processo di rigenerazione e di nascita artistica-culturale. Sempre il 15segue il duo composto da una delle più interessanti rivelazioni della coreografia, Annamaria Ajmone,in scena con la danzatrice cilena Marcela Santander Corvalán, che propongono Mash. Le autrici innestano in Mashuna relazione fluida e dialogante in forma giocosa con la memoria, citando performance anni ´60 e format televisivi. Una "miscela" coreografica fra due danzatrici, dove la parola chiave è contaminazione: l´attenzione non si focalizza sullo studio filologico o sulla riproduzione dei materiali messi in campo, ma sulla dinamica che scatta quando i frammenti si concatenano tra loro generando qualcosa di totalmente nuovo, ricco di significati inediti.

Il 16 febbraio approda a Udine il nuovo spettacolo Joie de vivre,  della danzatrice bolognese Simona Bertozzi crea spazio e accoglie tutto quanto è imprevedibile e inatteso, a partire dal grande dinamismo che vige in natura e nel mondo animale, soprattutto negli ambienti dove l´uomo non è arrivato a mettere mano.

Chiude il 17 aprile, Tango glaciale reloaded, del celebre regista Mario Martone, spettacolo-cult degli anni ´80 che ora torna in tournée grazie ad una nuova co-produzione e il riallestimento realizzato nell´ambito del Progetto RIC.CI Reconstruction Italian Contemporary Choreography Anni Ottanta/Novanta di Marinella Guatterini con Fondazione Teatro di Napoli, Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto. Tango glaciale, si può considerare uno spettacolo che ha cambiato la storia del teatro di ricerca in Italia. Nel 1982 debuttava nei Quartieri spagnoli a Napoli rivelando il talento di Mario Martone e il suo mondo visivo e sonoro del tutto rivoluzionario. A 36 anni da quel debutto, il suo autore lo riporta in scena in un “reload” a sorpresa, con attori delle nuove generazioni. La meccanica visiva del lavoro è l’attraversamento di una casa passando attraverso 12 ambienti e altrettante diverse scenografie, con un cambio scena ogni cinque minuti.

 

© Riproduzione riservata

artevenArtemente audizionibdf-2021

Vedi anche...