News

Maguy Marin ospite d’onore all’Arena Shakespeare

A Parma il 10 e 11 luglio con May B e la presentazione del film sulla sua carriera

Di Maria Luisa Buzzi 06/07/2019
Maguy Marin ospite d’onore all’Arena Shakespeare
Maguy Marin ospite d’onore all’Arena Shakespeare

PARMA Chiusa l’attività 2018/2019 a Teatro, la Fondazione Teatro Due ha aperto, lo scorso 25 giugno, la terza stagione estiva all’Arena Shakespeare. Teatro classico, musicale, danza e cinema con ospiti internazionali fino al 26 luglio nella grande Arena Shakespeare.

L’appuntamento con la danza vede quest’anno un omaggio a un’artista che ha segnato la storia delle arti dal vivo con audacia, coraggio e combattività: Maguy Marin, Leone d'oro alla Biennale di Venezia.

La coreografa sarà a Parma per presentare uno dei suoi capolavori,  May B, il 10 luglio e il nuovo film Maguy Marin - L’Urgence d’Agir l’11 dedicato alla sua opera.

Nel 1981, con May B, Mague Marin affascinò il pubblico e la critica e diede avvio internazionale alla sua brillante carriera. Presente nel repertorio della compagnia da 37 anni May B ha superato le 750 rappresentazioni in cinque continenti e sarà ospite di Teatro Due. Ispirato all’opera di Samuel Beckett, May B è intriso di tragicità, umorismo e cinismo salvifico, ed è diventato uno degli spettacoli emblematici della danza contemporanea francese in tutto il mondo. In un intreccio di danza e teatro, gli artisti in scena interpretano la beffa dell'impossibilità di vivere insieme e si muovono nella tragica incapacità di rimanere soli. Una plebe umana, derelitti di un’inesistenza alla quale trovare senso.

Il secondo appuntamento è la proiezione del film Maguy Marin - L’Urgence d’Agir, uscito nelle sale francesi il 6 marzo 2019. Un progetto cinematografico realizzato dal figlio della coreografa, David Mambouch, a sua volta attore e regista. Nel documentario David non si limita a raccontare il percorso artistico della madre, ma offre in filigrana una profonda riflessione sulla trasmissione, sulla coscienza delle generazioni, sui corpi che invecchiano, sulla crescita individuale e della collettività. Dalla stampa francese il film è stato definito “ovviamente politico”: da Mitterrand a Sarkozy, da un secolo all'altro, la danza di Maguy Marin ha accompagnato e seguito con lo stesso spirito gli sconvolgimenti del nostro tempo.

www.teatrodue.org

 

Compagnie Maguy Marin in "May B" (foto Hervé Deroo)

© Riproduzione riservata

PdlPdVmdcSfera danza 2020LedaFattoria Vittadini
balance lisse

Vedi anche...